Lampade UVB, quale è la più adatta al mio animale?

Lampade UVB, quale è la più adatta al mio animale?

La luce solare con il suo spettro luminoso è un elemento fondamentale ed essenziale per la vita di molte specie di rettili, e non solo. E` per questo che, in cattività, l'allevatore deve provvedere alle loro esigenze di calore (raggi infrarossi), ma anche di raggi UVA ed UVB esattamente come se fossero in natura. In commercio esistono diverse tipologie di lampade che emettono raggi UVA ed UVB, che non sono uguali tra loro e sono più o meno adatte alle varie specie. Come possiamo dunque essere certi di fare l'acquisto giusto?

Pogona vitticeps fa "basking"
Un setup completo per una "Pogona vitticeps" comprende gli UVB! (Fonte web) 

Già solo studiando le abitudini dei rettili nel loro habitat naturale potrete farvi un’idea delle loro necessità in merito alla luce solare – e con l’ausilio di schede d’allevamento dedicate potrete attrezzare i loro alloggi di conseguenza. Verrà da sé che, ad esempio, specie di serpenti dalle abitudini crepuscolari/notturne – come Pantherophis guttatus, Python regius, Boa constrictor, non hanno l’abitudine di stazionare (fare “basking”) alla luce del sole, preferendo stare rintanate di giorno evitando i predatori. Per queste specie e per quelle con abitudini simili, il calore è essenziale ma non sembra lo siano i raggi UVA/UVB. Nonostante ciò, alcuni consigliano, e ci sentiamo di farlo a nostra volta, di fornire comunque una lampada con basse emissioni di UVA/UVB –  emissioni che devono essere sempre adeguate all’areale di appartenenza della specie allevata, arredando il terrario in maniera che vi siano tane e zone d’ombra nelle quali l’animale possa, volendo, ripararsi esattamente come succede in natura.

Terrario per Iguana sp.
Un terrario per Iguana sp. attrezzato con lampade ai vapori di mercurio puntate su diversi supporti, a diverse altezze e distanze.

Per altre specie di rettili, invece, come tartarughe e sauri (ma non solo!), i raggi UVB sono importantissimi: giocano un ruolo chiave nella sintesi della vitamina D3, insieme al calore (che deve essere presente in contemporanea!).

Trachemys scripta
..anche per le "Trachemys scripta", le tartarughe d'acqua più diffuse, gli UVB sono essenziali! (Fonte https://toddpusser.photoshelter.com) 

In commercio si trovano diverse lampade che provvedono all’emissione di raggi UVA/UVB: 
- i classici “neon”, lunghi oppure compatti, che emettono una minor percentuale di UVB e, non emettendo calore, vanno usati “in coppia” con lampade classiche ad incandescenza “spot”. Sono indicati per quelle specie il cui habitat naturale non è in genere in pieno sole (ad esempio: fronde degli alberi o boschi) o, comunque, per tutti quei terrari che, a causa delle dimensioni, non permetterebbero l’utilizzo di lampade “complete”. Le loro emissioni cominciano a scemare attorno ai 6 mesi di utilizzo, trascorsi i quali vanno sostituite.


Lampade UVB compatte
Le lampade UVB compatte vanno usate in coppia con lampade riscaldanti dette "spot"

- lampade “complete”, come quelle agli alogenuri metallici o ai vapori di mercurio, che emettono calore, UVA ed UVB contemporaneamente. Queste lampade hanno il vantaggio di emettere grandi quantità di UV- ma non possono essere termostatate, per cui vanno utilizzate in terrari e ambienti di dimensioni adeguate, regolando bene il wattaggio. Vanno sostituite trascorso un anno di utilizzo.

Lampade ad alogenuri metallici ed ai vapori di mercurioLe lampade agli alogenuri metallici ed ai vapori di mercurio vantano le emissioni di raggi UV- migliori

Bisogna ricordare sempre che: 
- le emissioni in percentuale di UVB devono essere adeguate alle abitudini della specie allevata – se si tratta di animali che in genere fanno basking nei tropici alle prime ore del mattino, avrete bisogno di una quantità percentuale di UVB nettamente inferiore rispetto ad animali deserticoli che fanno basking in pieno sole.
- il punto di basking dovrebbe essere ampio abbastanza da contenere TUTTO il corpo dell’animale. Quando si hanno animali molto grandi, come Iguana sp., grandi testuggini, Tupinambis sp. è consigliabile affiancare più lampade tra loro in modo da “allargare” lo spot di basking.
- in qualunque terrario, qualunque sia la specie allevata, bisogna sempre provvedere ad inserire zone d’ombra e tane perché l’animale possa scegliere se stare alla luce diretta, all'ombra, o comunque il gradiente termico nel quale sostare.
- le lampade vanno posizionate IN ALTO, sopra la testa dell’animale e mai lateralmente, per evitare danni agli occhi.

Nella nostra sezione ILLUMINAZIONE trovate un'ampia gamma di lampade UVB, in pronta spedizione! 

Avete bisogno di qualche consiglio? Contattateci via mail, whatsapp oppure in chat! ;)


Herp Italia Staff